Il celebre Libro tibetano dei morti – il Bardo Thötröl (o Thodol), libro di istruzione sulla natura dell’impermanenza, inteso per l’uso sia da parte dei morenti che dei vivi – appartiene a una serie di istruzioni sulla liberazione composte da Padmasambhava, il fondatore del buddhismo tibetano. In questa nuova versione i traduttori hanno voluto dare grande risalto all’applicazione pratica del testo, comunicandone lo spirito vitale e l’immediatezza, affinché il buddhismo tibetano possa fondarsi anche in Occidente come tradizione viva.

© Copyright 2020 Davide Reghizzi

C.F. RGHDVD66C13F257J